Avete mai sentito parlare di rasoio di sicurezza? È un strumento ideale per permettere la rasatura della barba completa. Questo rasoio è composto da un grip, ovvero un manico ed una testina dove c'è una lametta. Rispetto al rasoio a mano libera per esempio, questo tipo particolare di strumento per la rasatura, permette di avere un risultato molto soddisfacente perché completo, pulito, preciso e profondo. Inoltre, il rasoio di sicurezza abbatte il rischio di tagliarsi. La sua popolarità è davvero molto alta ed è uno strumento che è nato circa 200 anni fa.

La struttura di un rasoio di sicurezza

Il rasoio di sicurezza è uno strumento molto semplice con caratteristiche e strutture elaborate. Prima di procedere all'acquisto di questo dispositivo, bisogna capire qual è la sua dimensione, capire come è stato costruito e inoltre, anche la qualità della sua impregnatura ha un ruolo chiave nella buona riuscita della rasatura. Quando si parla di lunghezza e di dimensioni bisogna calcolare il diametro del manico e la sua lunghezza generale. Poiché molto spesso, vengono utilizzati per le rifiniture e per tocchi di precisione, è opportuno che abbia una buona presa, efficace e comoda da utilizzare. Il peso ha un valore determinante, a sua volta, perché influisce sul modo in cui la pressione si esercita sulla guancia e quindi, sulla fruibilità del percorso di rasatura. Alcuni articoli in commercio presentano delle scanalature che rendono l'impugnatura di un rasoio di sicurezza molto ruvida, metodo opportuno per garantirne la precisione.

I modelli più comuni di rasoio di sicurezza

Vediamo quali sono i principali modelli di rasoio di sicurezza in commercio. Tra i modelli più comuni di rasoio di sicurezza vi sono quelli:

- A farfalla;

- A tre pezzi;

- A due pezzi.

La struttura a farfalla è fatta da un unico pezzo con l'adesione che si apre in due parti. E' compatta e pratica, però è difficile da pulire ed è molto delicata. Invece, il rasoio di sicurezza a tre pezzi, è composto appunto da tre parti, ovvero il manico, la guardia (cioè dove si mette la lametta) e la testina. Possono essere puliti con cura, sono durevoli, ma sono un po' più difficili da smontare e da montare. Quelli a due pezzi sono composti dal grip e dalla testina e possono essere puliti e svitati facilmente. Sono abbastanza durevoli e facili da utilizzare. E' anche opportuno capire qual è la tipologia di costruzione. Nella scelta del rasoio di questo genere è importante valutare il tipo di pettine installato sulle lame. Il pettine per la dentatura è molto importante perché determina qual è la distanza tra il viso e la lama, quindi, in che modo il dispositivo andrà a radere in termini di aggressività. Ci sono tre tipi particolari di dentature. Quella a dentatura chiusa, che è semplice da utilizzare, rende facile la rasatura, riducendo anche le irritazioni. Poi ci sono quelli a dentatura aperta, che invece sono un po' più aggressivi. Sono ideali per chi è più esperto ma non per coloro che hanno la pelle sensibile. Poi ci sono anche quelli invece regolabili, che permettono di scegliere quanto aprire la dentatura. Un'altra cosa importante è sempre valutare la qualità dei materiali con cui il rasoio di sicurezza è stato realizzato, anche per garantire la sua durata.

Related products

Seguici su Facebook