Il rasoio a mano libera viene chiamato spesso anche rasoio del barbiere in quanto è uno degli strumenti di rasatura più tradizionali, utilizzati dagli esperti del settore. E' uno strumento ricco di fascino ed il suo utilizzo ha dei vantaggi, rispetto invece, a quello dei rasoi elettrici più moderni. Questo tipo di rasoio infatti, permette il delineamento dei contorni in maniera più precisa. Inoltre, l'utilizzo della lama a contatto con la pelle, completamente scoperta, permette il taglio del pelo a ridosso della radice: l'effetto è molto liscio a differenza di altri metodi di rasatura. Per imparare a radersi con questo tipo di strumento però bisogna essere esperti e soprattutto, fare tanti tentativi. È un rituale molto rilassante, quello della rasatura a mano libera, ed inoltre, dà dei risultati eccellenti. Prima di decidere se utilizzare un rasoio a mano libera oppure no, è bene imparare a conoscerlo.

I criteri per scegliere un rasoio a mano libera

Un rasoio a mano libera deve tener conto di una serie di caratteristiche importanti per trovare il prodotto migliore in base alle vostre esigenze. Esistono in commercio diversi stili di rasoio di questo genere. Innanzitutto vi sono tre tipologie in commercio:

- I Rasoi Shavette;

- Il Rasoio a Lama Fissa;

- I Rasoi Giapponesi.

Il rasoio Shavette ha delle lame intercambiabili ed è un prodotto ottimo per i principianti perché, rispetto ad altri, è meno preciso. Invece, il rasoio a lama fissa ha una lama che non può essere cambiata e va affilata regolarmente con l'utilizzo di una pietra. Sono costosi e sono altrettanto precisi. Poi vi sono i rasoi giapponesi che hanno una lama con una forma specifica, ovvero diritta e non possono essere piegati. Anche questi tipi di rasoi richiedono la massima precisione.

Le diverse tipologie di lama

Ci sono diverse tipologie di lama per rasoio a mano libera tra cui è possibile scegliere, con dimensioni e forme diverse, tra vantaggi e svantaggi. In generale, ci sono tra le forme, quella quadrata, quella spagnola, olandese, da barbiere, la lama a punta o quella francese. Quelle a punta quadrata sono in grado di arrivare anche nei punti più difficili da raggiungere. Quella invece, olandese è ideale per i principianti perché ha la punta arrotondata. A differenza di quella quadrata però, potrebbe causare tagli profondi. Poi c'è quella francese che è una via di mezzo tra quella quadrata ed olandese e garantisce una buona sicurezza. Invece, la lama spagnola è più pronunciata e un po' più difficile da usare. Invece, il rasoio a punta è molto più preciso ma taglia più facilmente mentre la lama a punta del barbiere è più facile da usare. Le dimensioni poi, variano dai 12 ai 17 cm circa. Un'altra cosa importante è anche valutare qual è il profilo della lama che può essere Hollow, Wedge oppure Ibrido. Le prime sono più leggere flessibili e maneggevoli. In generale, è anche importante valutare il materiale prima di acquistare un rasoio a mano libera. Quelli migliori sono quelli che hanno perni e lame in acciaio inossidabile, sono molto affilato e bilanciate in maniera ottimale. Spesso i manici sono in osso o in legno anche se i modelli più economici hanno i manici in plastica.

Related products

Seguici su Facebook